Spediamo in tutta Italia e in Europa

Rosso - Dal fuoco alla ciliegia

di Andrea Roscini sopra January 25, 2023

Il rosso appartiene alla categoria dei colori caldi.

In natura il colore rosso viene associato a elementi come il sangue o il fuoco, simboli molto forti e in grado di rappresentare l'essenza del corpo e della natura.

-       Amore e passione

Il rosso fuoco è da sempre il simbolo per eccellenza dei sentimenti focosi e ardenti, non a caso il cuore umano è rappresentato proprio in questo colore, soprattutto nella sua versione classica.

Per questo motivo, se si desidera comunicare al partner un eros profondo e radicato, si regalano delle rose rosse, colore impiegato anche nella rappresentazione delle fiamme che divampano, come quelle della passione che rapisce il cuore.

Se hai quindi deciso di rendere la tua casa più romantica, potrai optare ugualmente per la sfumatura ciliegia, in quanto tale variante si presta all'amore romantico e puro.

Pensa quindi a tutti gli accessori e i decori che caratterizzano il giorno di San Valentino, declinati in queste sfumature per conquistare la persona amata e trasmettere le emozioni positive che si provano nei suoi confronti.

Rose rosse

Nota di colore (scusate il gioco di parole 😊): fino al termine del 1800, erano molte le spose che vestivano in abiti tradizionali rossi, a testimoniare che la tradizione legata alla sfera amorosa di questo colore è molto antica e solo di recente il tono predominante per l'occasione è il bianco.

-       Vergogna e ira 

Il rosso non è purtroppo associato solo a sentimenti positivi, non a caso si dice “vedere rosso” quando si prova una rabbia accecante e che impedisce di ragionare. 

Il motivo di questa scelta lessicale è in realtà visibile ogni giorno, in quanto il volto tende a diventare di questo colore quando si prova collera e pertanto tradizionalmente è stata fatta questa associazione.

Si tratta di uno stimolo per la mente non solo dell'uomo, se pensiamo ad esempio al toro che non può osservare questo colore senza la voglia di scagliarsi contro.

Utilizza quindi il rosso fuoco con moderazione all'interno della casa, servendoti solo di alcuni dettagli ed evitando di tonalizzare tutte le pareti in questa cromia.

-       Lusso e ricchezza

Se fai una panoramica del passato, introducendoti con la mente all'interno dei palazzi nobiliari e delle residenze, ti renderai conto che il rosso, nella sua versione fuoco o ciliegia, cremisi, bordeaux, è spesso presente in maniera preponderante.

Diversi sono infatti gli arredi di questo genere, così come il vestiario del re e delle persone più influenti della corte.

Il mantello in velluto esprime lusso e ricchezza, pertanto questo tessuto in tale cromia viene ripreso anche al giorno d'oggi per trasmettere benessere e raffinatezza.

-       Cambiamento e trasformazione

Abbiamo già parlato di come il rosso sia il colore del fuoco e delle fiamme che ardono in natura e nella mente.

Per questo è spesso emblema di cambiamento e trasformazione, come a testimoniare la volontà di bruciare tutto ciò che ostacola la crescita per poter finalmente raggiungere le vette del successo.

Alcuni elementi di questo tono possono essere quindi inseriti all'interno dello studio ma anche sul luogo di lavoro, magari discreti complementi di arredo che possano comunque catalizzare lo sguardo e incentivare lo spirito a proseguire con decisione sulla propria strada.

Anche il sangue che fluisce continuamente è di questa cromia, anche lui emblema delle pulsioni vitali che portano ad agire e attivarsi per il raggiungimento di uno scopo.

Non sottovalutare quindi il potenziale del rosso fuoco nella tua personale scalata, sia lavorativa sia di vita, inserendo degli accessori che possano influenzare l'umore e migliorare le performance.

-       Allarme e pericolo

Oltre a esemplificare amore, passione e ardore, il rosso è spesso associato a una condizione di allarme, poiché capace di attirare l'attenzione e mettere in guardia.

In particolare, molti dei segnali stradali più diffusi sono di questo colore, come ad esempio lo stop e il dare precedenza, così che il guidatore recepisca correttamente il messaggio e si fermi come richiesto.

Inoltre, sono diverse le associazioni che si occupano di emergenze umanitarie come la Croce Rossa, che ha optato per un rosso fuoco al fine di catturare lo sguardo e il pensiero di coloro che osservano l'insegna e il simbolo.

La scelta del colore per segnalare un pericolo è probabilmente dovuta alla sua associazione con il sangue che esce in caso di ferita o di lesione, legata a una potenziale violenza che può essere avvenuta.

Alla luce di questi stimoli e associazioni, il rosso è capace di influenzare la mente in maniera positiva.

Si tratta di un colore che incentiva fortemente la creatività, pertanto può essere utilizzato in uno studio o in un ufficio se si desidera favorire l'ispirazione e il fermento, abbandonando apatia e calma eccessiva.

Alcuni pensano che la versione fuoco sia benefica anche per attenuare alcuni disturbi del corpo legati all'ansia e allo stress, come il mal di pancia o il mal di testa, riattivando il benessere e il buon umore grazie al potere di una cromia calda e confortante.

Inoltre, sembra che inserire tocchi di questo genere, possa incentivare il flusso sanguigno e il microcircolo, oltre che aumentare la produzione di globuli rossi nel sangue, combattendo alcune patologie come ad esempio l'anemia.

Secondo i principi della cromoterapia, indossando un vestito rosso o dipingendo una parete di questo colore, è possibile ottenere in cambio energia e vitalità, come una scarica di adrenalina che aiuta il cervello a mettersi in moto, seguito dal corpo che è incentivato all'azione. 

In quali ambienti sarebbe meglio utilizzare il rosso e dove evitarlo?

In base alle proprietà che abbiamo citato, il rosso è indicato per i luoghi di lavoro stimolanti e creativi, dove non bisogna mai rilassarsi ma sempre tirare fuori delle idee interessanti.

Interessante può essere l’uso di dettagli come, per esempio, un cuscino o un accessorio per il tavolo, che non monopolizzi tutta la scena ma ne costituisca accento.

Lo stesso discorso vale ad esempio per le palestre, dove il corpo è portato a sforzarsi per scaricare la tensione e raggiungere i propri obiettivi.

Ideale è anche inserire dei tocchi di rosso in un ristorante o bar, poiché si tratta di una variante capace di stimolare l'appetito, mentre è meglio evitarlo in cucina se si segue una dieta, poiché è più difficile resistere ad aprire un frigo rosso piuttosto che uno nei classici colori neutri.

Perfette da inserire sono gli accenti sulla tavola, una tovaglietta americana o un piatto a prevalenza bianco in ceramica con decoro rosso scuro, la nostra linea della collezione Venezia, per esempio, ha proprio queste caratteristiche, rosso nelle sue tonalità più scure intense, preso proprio dai palazzi nobiliari di Venezia, dai preziosi tessuti che li arredavano.

cuscini

Per quanto concerne l'ambiente domestico, optare per il rosso in salone potrebbe essere interessante ai fini della conversazione, andando a stimolare un dialogo divertente e continuo.

Puoi optare per i tessili oppure per i complementi di arredo, senza invadere troppo lo spazio con un colore forte e predominante.

In camera da letto sono suggeriti solo tocchi minimi, soprattutto se si vuole riattivare l'eros, mentre se si ricerca relax e serenità dopo una lunga giornata di lavoro, allora meglio selezionare elementi di colore blu o verde, che hanno un effetto calmante e decongestionante per la mente e per il corpo." Abbiamo scritto un articolo interessante anche sul colore Blu e lo trovi QUI

______________________________________________________

Questo articolo fa parte del Blog "Storie di casa", un progetto di racconto curato da 23bassi.

Dall'amore per l'arte e l'architettura italiana nasce nel 2020 23BassiHome, una linea di prodotti pensati per la casa e il tempo libero.

Se vuoi rimanere aggiornato sul nostro lavoro, sei appassionato o curioso del mondo dell’architettura e del design, iscriviti alla nostra newsletter!

TORNA IN CIMA